Mai più schiavi del denaro
intervista all’autore Mirko Tessari

Come investire correttamente e liberarsi dalla schiavitù del denaro?

Questo è l’interrogativo che anima Mirko Tessari, consulente con una grande esperienza nel settore bancario che, dall’inizio della sua attività, aiuta le persone a definire e a raggiungere i propri obiettivi finanziari.

Mai più schiavi del denaro” è il libro-manuale che aiuta gli investitori alle prime armi a indirizzare i propri investimenti in base alle proprie necessità, analizzando i punti di forza e di debolezza delle diverse teorie di investimento.

Intervista a Mirko Tessari

LIBRI D’IMPRESA (LI): Quali sono le motivazioni che ti hanno spinto a scrivere questo libro?

MIRKO TESSARI (MT): Ho lavorato per molti anni in un istituto bancario e in quell’ambiente ho potuto conoscere sia le necessità degli investitori, sia le strategie di molti istituti di credito. Ho notato che spesso le esigenze dei clienti, però, non collimano con l’offerta degli istituti, frequentemente troppo onerosa a livello di costi e di commissioni. Da qui l’idea di iniziare una carriera consulenziale focalizzata sull’educazione finanziaria dei miei clienti. Se l’investitore comprende i meccanismi che muovono il mercato e quali sono i reali obiettivi che vuole raggiungere, diventa tutto più semplice.

Mirko Tessari

(LI): La tua idea di educazione finanziaria nel libro “Mai più schiavi del denaro” parte dal concetto di status. A cosa si riferisce?

(MT): Spesso i clienti pensano di non essere ricchi perché non hanno soldi necessari per raggiungere lo status che si sono imposti. Il problema è che ognuno di noi deve fare i conti con la propria dimensione. Un operaio non può pensare di poter acquistare da un giorno all’altro un’automobile di lusso. Può, però, seguire la triade magica “lavora, risparmia, investi” e riuscire ad accantonare i soldi necessari per realizzare i propri sogni, riuscendo comunque a sostenere tutte le spese per la soddisfazione dei bisogni di breve termine. È solamente questione di programmazione e, non mi stancherò mai di ripeterlo, di educazione finanziaria.

(LI): Quali sono i nemici che ci impediscono una corretta programmazione del patrimonio?

(MT): La lista dei nemici da combattere è molto lunga. Potremmo parlare di imprevedibilità dei mercati, di volatilità, dei conflitti di interesse che esistono negli istituti di credito o del sogno mai sopito di poter battere l’andamento dei mercati con le logiche Buy & Hold. La realtà è che il più grande nemico per un investitore è lui stesso. Tutti noi siamo costantemente vittime inconsapevoli dei nostri bias cognitivi, storture percettive che ci impediscono di vedere la realtà delle cose. Ecco, allora, che tendiamo ad avere troppa fiducia nelle nostre convinzioni oppure a ritenere una verità assoluta un’informazione completamente errata. Se riusciamo a superare queste barriere, anche i nostri investimenti possono ottenere rendimenti molto più soddisfacenti.

Libro di Mirko Tessari

(LI): C’è un ultimo consiglio che vuoi lasciare ai tuoi lettori?

(MT): Assolutamente sì. Tutti noi abbiamo la possibilità di investire e di ottenere ottimi risultati a lungo termine. Non è necessario avere tanto denaro, è possibile anche partire da piccole cifre. L’importante è conoscere le strategie più importanti per fare in modo che i nostri investimenti siano sempre in linea con le nostre esigenze. Solo così possiamo finalmente liberarci dalla schiavitù del denaro.

Commenta su Facebook
ARTICOLI CORRELATI

Clicca per condividere questo articolo!